La gioielleria siciliana di Dolce & Gabbana

Croci, cuori, medagliette votive, chiavi, cornetti portafortuna e tutto quanto l'iconografia popolare degli ex voto richiama alla mente. Ecco la nuova linea di gioielli firmata Dolce & Gabbana. Naturalmente è un viaggio a ritroso nel tempo nel cuore della Sicilia più verace e vera, come ormai ci ha abituato il duo creativo.
Infatti, l'ispirazione parte dalle pagine ormai consunte de "Il Gattopardo", il famoso romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e arriva nelle boutique europee degli stilisti sotto forma di orecchini, collane e bracciali, per un totale di 80 pezzi. Infinite le variazioni sul tema e le lavorazioni: dal filo godronato alla filigrana, dalla catena bizantina ai rosari in giada nera, sino ad arrivare ai cuori incisi, agli angeli da tabernacolo e alle perle; da sempre simbolo di virtù all'altare e delle lacrime di Venere. Tra celebrazioni di amor sacro e amor profano in oro a tre colori, si definisce il dna della maison anche nei bijoux più preziosi, per il momento riservati solo ed esclusivamente a pochi negozi, ma entro febbraio destinati agli altri punti vendita del gruppo.
g.d.b.
stats