La guerra delle sfilate continua

La guerra delle sfilate non trova soluzione. New York e Londra hanno concordato che le passerelle americane inizino il 18 settembre e finiscano il 23, in piena sovrapposizione con l'inizio di Milano. Ora Boselli attende l’incontro con Grumbach. La Camera Nazionale della Moda aveva proposto di iniziare le passerelle di Milano il 23 settembre (anziché il 22) e farle durare 9 giorni invece di 10, purché New York e Londra rinunciassero a loro volta a una giornata e passassero da sei a cinque: con questo gentlemen's agreement New York avrebbe evitato di sfilare nella triste ricorrenza dell'11 settembre. Londra si sarebbe svolta dal 12 al 16 settembre, le passerelle americane dal 17 al 21 e Milano si sarebbe collocata appunto dal 23 settembre all'1 ottobre. Altre soluzioni non erano ipotizzabili secondo la Camera: i francesi infatti non intendono spostarsi. Per tutta risposta è arrivata la soluzione unilaterale di Londra e New York. Ma Mario Boselli, presidente della Camera, non si dà per vinto e attende l’incontro del 5 giugno con il presidente della Chambre sindacale francese Didier Grumbach.
c.mo.
stats