La moda italiana in Giappone con WeLoveModainItaly

Saranno ben 115 aziende italiane a presentare le loro collezioni moda autunno-inverno 2012/2013 al Westin Hotel di Tokyo dal 31 gennaio al 2 febbraio in occasione di WeLoveModainItaly, l'iniziativa di Cna Federmoda a sostegno della promozione internazionale delle imprese.
Con una superficie espositiva di 5mila metri quadri quattro piani la manifestazione, patrocinata dal Ministero dello Sviluppo Economico, consente di mantenere una presenza nel Sol Levante ormai ventennale messa a rischio quest'anno dalla soppressione dell'Ice (decretata a luglio e, in seguito, rimodulata creando un'agenzia che lavorerà a contatto anche con il Ministero degli Esteri, le Regioni e la Confindustria), che dai primi anni Novanta organizzava in Estremo Oriente la mostra itinerante Moda Italia.
"Già nell'86 - racconta Antonio Franceschini, responsabile nazionale Cna Federmoda - abbiamo promosso le prime missioni di realtà italiane a Tokyo. Oggi l'Asia è un bacino di eccellenza per il fashion made in Italy e il mercato nipponico ha il gusto e la conoscenza necessari ad apprezzare a pieno la nostra produzione di qualità". I dati parlano chiaro: +12,8% nelle esportazioni dall'Italia verso il Giappone nel primo semestre del 2011, con il nostro Paese quarto fornitore mondiale di abbigliamento.
WeLoveModainItaly si svolgerà insieme a Shoes from Italy, la kermesse delle calzature promossa da Anci. L'obiettivo è proporre un "concept complessivo dedicato all'Italian Lifestyle dando ai visitatori anche la possibilità di gustare prodotti enogastronomici locali e di fare un viaggio nel territorio della Penisola grazie a filmati dedicati - prosegue Franceschini -. Per aumentare l'immedesimazione, all'entrata dell'hotel i visitatori verranno accolti da una esposizione di auto, moto, biciclette, gioielli ed orologi di prestigiosi marchi italiani". La tre giorni vedrà protagoniste 88 aziende di abbigliamento, maglieria, pelletteria e accessori e 27 di calzature, provenienti da diverse regioni: Emilia Romagna (25), Toscana (21), Marche (21), Veneto (16), Lombardia (11), Campania (9), Friuli Venezia Giulia (4), Piemonte (3), Abruzzo (2), Lazio (1), Liguria (1), Puglia (1), Umbria (1).
c.le.
stats