La moda made in Italy sotto i riflettori a New York

Ente Moda Italia vola a The Collective. Da oggi fino al 23 luglio, 31 collezioni firmate da aziende simbolo dell’eccellenza made in Italy si presentano al noto salone di abbigliamento e accessori maschili, organizzato da Enk International presso i Piers on the Hudson di Manhattan.
“Per le aziende italiane – commenta Antonio Gavazzeni, presidente di Emi - l’appuntamento con The Collective è senz’altro, dal punto di vista commerciale, il più importante della East Coast statunitense e non solo”. “Nonostante la situazione congiunturale internazionale stia attraversando una fase abbastanza critica, così come il cambio euro-dollaro non faciliti certo l’export della nostra industria – prosegue Gavazzeni - riteniamo che sia fondamentale proseguire i nostri investimenti su questo mercato e sul salone, guardando con ottimismo alle prossime stagioni”.
“All’interno dell’area speciale made in Italy - precisa il presidente - partecipano anche aziende che hanno una propria showroom a New York, ma che scelgono il marchio collettivo come sinonimo di qualità, creatività ed eleganza, un forte elemento di richiamo per i top buyer americani”.
Tra le collezioni ospitate nei 700 metri quadrati che la rassegna dedica alla moda nazionale, non mancano Aster, Borsalino, Dalmine, Germano, Inghirami Company, Ravazzolo, Romano Martegani, Stefano Corsini, Vitaliano Pancaldi, Xacus e tanti altri.
Ogni anno il salone conta sulla presenza di circa 10 mila operatori specializzati.
m.g.
stats