La pelletteria italiana alla sfida del mercato giapponese con Promopel

Settimana all’insegna del business in Giappone per 33 aziende della pelletteria italiana. Il tour in due tappe organizzato da Aimpes (l’associazione di categoria) sotto il nome di Promopel ha raggiunto lunedì, martedì e mercoledì Tokyo e oggi e domani Osaka. Dal Paese arrivano timidi segnali di ripresa, confermati dall’incremento di compratori giapponesi all’ultima edizione di Mipel e dagli ultimi dati disponibili sull’export: +3,6% nel periodo gennaio-ottobre 2003.
Le due mostre si tengono rispettivamente all’Hotel Okura di Tokyo e all’Hilton di Osaka. Il numero di aziende partecipanti si attesta sulla trentina da cinque anni circa. Precedentemente le adesioni erano più numerose, ma la crisi economica che si è abbattuta sul Paese del Sol Levante e l’emergere della temibile concorrenza cinese nella fascia medio-bassa hanno ridotto notevolmente le possibilità di affermazione per le manifatture italiane. Tuttavia, quello giapponese rimane un mercato fondamentale: la percentuale assorbita sul totale esportato dal nostro Paese è del 14,60%. L’altro appuntamento cardine per il settore – ma anche per l’abbigliamento e la maglieria - in Giappone è rappresentato da Moda Italia, organizzato dall’Ice in gennaio e luglio.
e.a.
stats