La produzione del Centro di Firenze per la Moda Italiana sfiora i 28 milioni di euro

28 milioni di euro è il valore della produzione 2002-2003 sfiorato dal Centro di Firenze per la Moda Italiana: per la prima volta il gruppo ha presentato il proprio bilancio consolidato, con lo scopo di diffondere un’informazione esauriente sui propri risultati economici.
Presentati solo i bilanci delle società delle quali il gruppo Cfmi ha un controllo formale o di fatto: il Centro di Firenze per la Moda Italiana, Pitti Immagine, Ente Moda Italia, Stazione Leopolda e Fondazione Pitti Immagine Discovery.
Per la precisione, il valore totale della produzione ha raggiunto i 27.801.569 euro ed è composto all’85% dalla vendita di spazi espositivi e per il restante 15% da servizi prestati nei confronti di clienti, espositori e visitatori. Il margine operativo lordo (ebitda) è di 2.755.876 euro, il risultato pre imposte (ebit) è positivo per un totale di 710.864 euro mentre quello dopo le imposte (earning) ha avuto un risultato di 44.099 euro. Cifre che testimoniano la forza del gruppo.
La presentazione del bilancio consolidato si inquadra nel programma di eventi con i quali il Cfmi festeggia i cinquanta anni di attività dedicati alla promozione della moda italiana. Tra le iniziative rientrano il varo del nuovo logo del Cfmi, la mostra “Excess. Moda e Underground negli anni 80” in scena dall’8 gennaio all’8 febbraio alla Leopolda, e l’imminente convegno internazionale “La formazione di moda”, che si terrà il 31 marzo presso lo spazio Alcatraz della Stazione Leopolda.
c.me.
stats