Lacoste lascia Samsonite e affida la pelletteria a Devanlay

Si interrompe il rapporto di collaborazione quasi decennale tra Lacoste e Samsonite: nel gennaio del 2011 la licenza per la pelletteria firmata dal coccodrillo passerà a Devanlay, già partner dell’azienda francese per l’abbigliamento.
Si tratta di una decisione strategica, che mira a rafforzare la collaborazione con Devanlay e che porterà alla realizzazione di un’offerta rinnovata in un’ottica più esclusiva. Samsonite, licenziatario del brand dal 2001, garantirà tutte le attività di vendita e marketing per la primavera-estate 2010 e l’autunno-inverno 2010/2011. Come spiega Christophe Chenut, amministratore delgato di Lacoste: “Il nuovo assetto ci permetterà di continuare a perseguire la strategia di sincronizzarazione tra le varie linee e di ampliare l’assortimento nelle boutique Lacoste”. Per lo sviluppo della licenza, Devanlay farà leva sul know-how di Tolomei, gruppo francese specializzato nella creazione e produzione di articoli in pelle di alta gamma, con cui ha creato una joint-venture paritaria denominata Cemalac. La newco farà il suo esordio con la stagione primavera-estate 2011, proponendo un’offerta di borse, sacche sportive e piccola pelletteria che verrà commercializzata in tutto il mondo nei negozi specializzati e nei grandi magazzini e che usufruirà anche della rete vendita di Devanlay, insieme all’abbigliamento.
Partner storico di Lacoste, Devanlay è anche azionista dell’azienda con una quota del 35%. Gestisce la creazione, la produzione, la distribuzione e la comunicazione dell’abbigliamento dell’etichetta, che nel 2008 ha realizzato a livello mondiale un volume di affari di circa un miliardo di euro all’ingrosso, per un totale di circa 25 milioni di capi venduti. Sempre nel 2008 Lacoste ha generato un volume di affari totale di 1,5 miliardi di euro (wholesale).
c.me.
stats