L’americana Schottenstein Luxury Group entra nel capitale di Shirò

Schottenstein Luxury Group - società del magnate americano Jay Schottenstein - ha siglato una partnership con Shirò, che prevede l’ingresso del gruppo americano nel capitale del marchio fondato nel 2003 da Massimo Calestrini. Con questo nuovo socio la griffe italiana, specializzata in apparel e accessori d’alta gamma, ora punta a rafforzare l’espansione internazionale, Stati Uniti in primis.
L’accordo ha l’obiettivo di accelerare lo sviluppo di Shirò - al cui timone creativo siede lo stesso Calestrini - soprattutto in quei mercati dove il brand è particolarmente apprezzato, quali Russia, Giappone e Stati Uniti. Il piano industriale - in preparazione con la consulenza di Giacomo Santucci - prevede, entro i prossimi due anni, flagship store a New York (in Madison Avenue), Los Angeles e Las Vegas. Gli store già avviati sono due, uno a Milano e uno a Tokyo, mentre a breve una nuova vetrina verrà inaugurata a Mosca.
“Un incontro fortuito - ha dichiarato Massimo Calestrini -. Jay Schottenstein, proprietario di Schottenstein Luxury Group, era cliente della boutique di via Gesù 15 e lì è nato un feeling immediato”. “Una partnership industriale, non finanziaria, - ha proseguito - con l’obiettivo di mettere in comune la forza di un grande gruppo con la creatività e qualità italiane”.
d.p.
stats