Le Coq Sportif apre il suo primo monomarca a Parigi

Le Coq Sportif ha scelto Parigi per inaugurare il suo primo flagship store: un negozio di 160 metri quadrati disposti su due piani al numero 1 di rue Montmartre, all'incrocio tra il mondo giovane e popolare del quartiere di Les Halles e quello più borghese-chic di Etienne Marcel.
Una sede scelta con meticolosa accuratezza per rispecchiare al meglio la storia e il Dna della label che, sin dal 1920, ha stretto un legame privilegiato con il mondo dello sport e dei suoi appassionati. L’apertura di questo monomarca - cui seguiranno quelli di Milano, Barcellona e Londra - segna una tappa importante nel progetto di rilancio intrapreso nel 2005 da Marc-Henri Beausire, Yves Marchand e Robert Louis Dreyfus, attraverso il fondo di investimenti svizzero Airesis.
"Nel 2006 - ricorda Fred Bazin, direttore commerciale del brand - Le Coq Sportif contava 25 impiegati e 25 milioni di euro di giro d’affari. Nel 2009, gli impiegati erano 190 e il fatturato pari a 77 milioni e mezzo di euro, con un +20% rispetto al 2008". E il primo trimestre del 2010 sembra annunciare un’annata ancora migliore, con tassi di crescita già a due cifre. "Questi anni di investimenti stanno portando i risultati attesi", conferma Bazin, che annuncia, inoltre, l’apertura di un centro di sviluppo tessile, dedicato alla creazione dei prototipi delle collezioni e al sourcing del brand, situato in un distretto rinomato come Romilly. Una scelta, quest’ultima, che sottolinea l’importanza del prodotto nel processo di riposizionamento del marchio: le Coq Sportif punta sulla qualità delle materie prime, su fornitori dal savoir faire confermato e il design dei capi, che coniuga fit, attenzione ai dettagli e al comfort.
Le Coq Sportif si presenta anche come un marchio transgenerazionale, in cui tutti possono riconoscersi: "La convivialità, la condivisione fanno parte dei valori propri alla griffe - osserva Bazin –. Per questo, abbiamo creato una zona bar all’interno del flagship". Che, tra le altre cose, è abbellito da mosaici in smalti di Briare, altro fiore all’occhiello della tradizione e dell’art de vivre alla francese.
v.t.
stats