Le Coq Sportif cresce e inaugura un monomarca a Milano in giugno

Nel 2011 il fatturato di Le Coq Sportif nel nostro Paese è aumentato per la quinta volta consecutiva (+4%, a quota 24 milioni di euro) e le vendite primaverili hanno registrato un +8% rispetto a un anno fa, portandosi da 13 a 14 milioni. Intanto sono in corso gli ultimi lavori in vista dell'opening milanese in via Dante.
Quello che aprirà i battenti il prossimo giugno su 240 metri quadri, a metà della storica strada di collegamento tra piazza del Duomo e il Castello Sforzesco, sarà il primo flagship del brand nel capoluogo lombardo: non si tratterà di un'inaugurazione isolata, ma di uno step all'interno di un più articolato piano di investimenti nella Penisola e non solo. "Abbiamo centrato i nostri obiettivi strategici - commenta il country manager Giorgio Trevisan dalla nuova sede italiana, all'interno dell'area ex Richard Ginori in via Lodovico il Moro nel capoluogo lombardo -. Ossia un buon posizionamento distributivo, lo start up del business retail, il consolidamento del successo del footwear e la forte espansione dell'abbigliamento". "Nonostante la congiuntura economica - prosegue - il galletto (simbolo di Le Coq Sportif, ndr) continua con forza e determinazione il suo percorso di crescita grazie a prodotto, posizionamento e solide strategie di marketing e comunicazione".
Un ambito, quest'ultimo, nel quale si segnalano due novità: la presenza al Tour de France, che riconsegna alla label il ruolo di sponsor tecnico, e il lancio di una campagna che, per la prima volta, affianca a un testimonial famoso (Joakim Noah dei Chicago Bulls) persone non note ritratte nella vita di tutti i giorni.
a.b.
stats