Le Olimpiadi mettono le ali ai conti di Adidas

Crescita a due cifre per Adidas nei primi nove mesi dell’anno. Le vendite del gruppo (grazie soprattutto agli ordinativi in vista delle Olimpiadi invernali) hanno raggiunto i 5,1 miliardi di euro, pari a un progresso, a cambio costante, del 10% rispetto allo stesso periodo del 2004 (4,6 miliardi).
In particolare, a trascinare il rialzo sono i prodotti del marchio Adidas, che chiude con 4,5 miliardi di euro, e le buone performance dell’azienda in Nord America (1,2 miliardi, +17% a cambio costante), Asia (1,1 miliardi, +26%) e Sud America (231 milioni di euro, +35%). Stabile invece (a 2,5 miliardi) il giro d’affari in Europa.
Per quanto riguarda i risultati del terzo trimestre, l’incremento del fatturato, che ha raggiunto gli 1,9 miliardi di euro, è stato del 9% rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno. L’utile netto si è invece attestato a 220 milioni di euro, segnando un +19,1% rispetto allo stesso periodo del 2004.
Crescono gli utili anche nei primi nove mesi del 2005, con 397 miliardi di euro, cioè il 29,4% in più rispetto al settembre di un anno fa.
"Ci aspettiamo che le vendite continuino ad aumentare nell’ultima parte dell’anno – ha dichiarato il ceo del gruppo, Herbert Hainer – in particolare nella nostra regione chiave, il Nord America e grazie agli ordinativi in vista delle Olimpiadi invernali". Per il 2005 i vertici prevedono infatti un’avanzata del giro d’affari del 20% rispetto allo scorso esercizio.
g.m.
stats