Le novità di Touch!, NeoZone e Cloudnine, aspettando la vera ripresa

Il momento è ancora delicato ma si intravede la luce in fondo al tunnel: questo il messaggio degli organizzatori di Pitti Immagine alla conferenza stampa odierna, in cui è stata presentata una nuova edizione di Touch!, NeoZone e Cloudnine (nella foto), il percorso espositivo in tre tappe dedicato alla moda femminile che, dal 27 al 29 settembre, arricchisce la fashion week meneghina in zona Tortona.
Gaetano Marzotto si è soffermato, in particolare, ad analizzare la situazione. “La crisi internazionale si è ripercossa in modo tragico sui consumi di abbigliamento soprattutto nel periodo febbraio-aprile 2009, con cali nel sell out del 30-50% - ha dichiarato il presidente di Pitti Immagine -. Da metà aprile è tornata in parte la fiducia e si è verificata una leggera ripresa, con una flessione nelle vendite più contenuta, tra l’8 e il 10% rispetto all’anno precedente”.
Nel frattempo, le aziende della moda hanno operato una politica di razionalizzazione e di contenimento dei costi, che ha interessato inevitabilmente gli investimenti pubblicitari e in parte anche la partecipazione alle fiere.
Ora la situazione appare meno fosca e si può ipotizzare una vera e propria inversione di tendenza a partire da giugno 2010. La via per uscire definitivamente dal tunnel è da ricercare, secondo Marzotto, nel lavorare insieme per “salvare” la filiera del made in Italy: il sistema moda del nostro Paese consente riassortimenti rapidi, garantendo stimoli sempre nuovi al consumatore.
“Anche in tempi non brillanti come l’attuale, le fiere rappresentano sempre uno strumento indispensabile di incontro tra domanda e offerta”, ha ricordato Raffaello Napoleone, a.d. di Pitti Immagine, aggiungendo un ulteriore tema di riflessione: “Bisogna tenere conto che è in atto un sostanziale cambiamento del sistema distributivo, che privilegia le catene e i negozi monomarca ai multimarca e, di conseguenza, anche il ruolo delle rassegne risulta in parte ridimensionato”.
“I multibrand in questo momento hanno più che mai la necessità di fare scelte autoriali, di personalizzare la propria offerta – ha aggiunto Agostino Poletto, vicedirettore generale di Pitti Immagine -. È pensando a questa esigenza che abbiamo formulato la scaletta di Touch!, NeoZone e Cloudnine”.
Complessivamente saranno esposte 144 collezioni, di cui 54 alla loro prima partecipazione ai saloni. Alle aziende storiche si affiancheranno dunque nomi e stilisti emergenti, con un occhio di riguardo al mondo degli accessori. In più i progetti speciali, come l’anteprima assoluta della donna di Zanellato a NeoZone, la collezione etica di Bridge Between Italy & Southern Africa nella parte Cloudnine e, infine, gli special projects di Touch!, protagonisti DiLiborio, Gabriella Frigerio, Leitmotiv e Miss gummo hats & bonnets.
Confermate per questa edizione le location del Nhow hotel per Touch! e NeoZone e del Padiglione Visconti per Cloudnine. Per il futuro Raffaello Napoleone si è detto tuttavia disponibile a vagliare un possibile spostamento in fiera, dove si svolgono le rassegne organizzate da Expocts, allo scopo di ottenere una minor dispersione degli appuntamenti e di rendere un miglior servizio ai buyer in arrivo a Milano.
e.a.
stats