Le novità di White che cresce, lancia White Beauty e, a gennaio, White Kids

"Questo momento critico può trasformarsi in una grande opportunità di crescita per Milano, che potrebbe finalmente diventare la vera capitale della moda europea". Massimiliano Bizzi, patron di White - in programma dal 27 al 29 settembre negli spazi del Superstudio 13, Superstudio Più e Magna Pars di via Tortona - ha aperto con queste parole la conferenza stampa di presentazione del salone dedicato alle collezioni di moda femminile di ricerca.
Con la solita carica di ottimismo, Bizzi ha spiegato che da febbraio le richieste di nuove aziende interessate a esporre nella sua manifestazione sono aumentate come mai prima, “perché - ha detto - il mercato italiano è fra i pochi in Europa che sta reggendo e quindi la nostra piazza appare la più interessante e competitiva anche in termini di costi. Il nostro compito è quello di avere il coraggio di osare, di fare proposte innovative e stimolanti per concentrare qui l’attenzione dei compratori”.
Il modo di acquistare è cambiato, sostiene Bizzi: “i buyer cercano collezioni più ‘piccole’ ma di ricerca e tuttavia strutturate per garantire qualità, consegne e assistenza puntuali. Da noi trovano spazio realtà giovani, ancora di dimensioni contenute, tali da non essere in grado di produrre all’estero e che danno quindi lavoro e forza al Made in Italy”.
280 i marchi, dei quali il 40% stranieri, che esporranno nelle consuete location di via Tortona. A conferma dell’intensa attività di scouting e del costante turnover di nomi, su cui da sempre punta White, Bizzi ha segnalato la presenza di ben cento collezioni che per la prima volta saranno ospitate alla rassegna.
Molte le novità in carnet per questa edizione, a cominciare da White Beauty, contenitore dedicato alla “bellezza alternativa”, che accoglierà una ventina di nomi dell’alta cosmesi e delle fragranze - da Serge Lutens a Biehl, da Shu Uemura all’esordiente italiano XO Spa, i cui prodotti sono chemical free al 100% - accomunati dallo stesso spirito di ricerca e originalità che caratterizza gli espositori di White.
Grandi novità anche per quanto riguarda la sezione dedicata al bambino, Il Giardino delle Meraviglie, che questa volta ospiterà un percorso di immagini fotografiche e installazioni di 20 brand del mondo kidwear. La mostra sarà l’evento inaugurale del salone White Kids, che esordirà dal 24 al 26 gennaio 2010 al Superstudio Più con un’ottantina di collezioni da 0 a 12 anni. Fra i progetti speciali di White Club spiccano infine le special performance, previste per il 28 settembre nella lounge del Superstudio Più, degli emergenti Rodnik, Mikio Sakabe e Maria Francesca Pepe.
Il Magna Pars sarà invece la sede di un’installazione particolare, dove si potranno ammirare i preziosi abiti da cocktail e le proposte glam rock di Amen, mentre durante i giorni della manifestazione, in varie aree dedicate, alcuni giovani creativi del Naba reinterpreteranno “live” un modello della casa automobilistica Skoda, main sponsor di White.
l.sc.
stats