Le vendite 2004 di Vf Corporation salgono a quota 6 miliardi di dollari

Vf Corporation, la società statunitense di abbigliamento, nel 2004 ha totalizzato vendite per 6 miliardi di dollari (4,7 miliardi di euro), chiudendo così un altro anno con risultati migliori delle aspettative, sia a livello di fatturato sia di profitti, nonostante l'esborso di 655 milioni di dollari in acquisizioni.
Il gruppo con sede a Greensboro, che lo scorso ottobre aveva previsto una crescita del giro d'affari del 15%, ha fatto sapere di aver registrato un incremento dei ricavi totali per l'intero esercizio 2004 pari al 16%, raggiungendo quota 6,05 miliardi di dollari. La divisione outdoor, che include marchi come The North Face e Vans, ha mostrato gli aumenti più vistosi con vendite a +73%, mentre il jeanswear è rimasto stabile, nonostante il recupero evidenziato nell'ultimo trimestre. Anche l'utile netto è salito del 19%, toccando i 474,7 milioni di dollari. I risultati comprendono da un lato i costi di 9,5 milioni di euro relativi alla cessione della unit Playwear e, dall'altro, beneficiano del fatturato di 296 milioni derivante dalle acquisizioni.
Nel quarto trimestre, la sezione jeanswear con i brand Lee e Wrangler ha registrato un aumento del giro d'affari (669 milioni di dollari) del 3%, generato da una crescita delle vendite all'estero del 17%, grazie a un tasso di cambio favorevole, mentre il mercato interno è rimasto stabile. A realizzare le performance migliori è stato ancora una volta l'outdoor, il cui turnover di 276 milioni di dollari è salito dell'87%. The North Face da sola ha totalizzato un +26% negli Usa e un +48% a livello internazionale; gli ordini europei per la primavera, invece, sono saliti del 22%.
Il fatturato dello sportswear, che comprende i brand Nautica, John Varvatos ed Earl Jean, è cresciuto del 2% a 180 milioni di dollari. Le divisioni abbigliamento intimo e imagewear hanno registrato rispettivamente un +4% e +16%. Le vendite totali del quarto trimestre sono salite del 12% a 1,55 miliardi di dollari, mentre il risultato netto è balzato del 19% a quota 125,3 milioni di dollari. Escludendo ulteriori acquisizioni, le stime per l'attuale esercizio parlano di un aumento dei ricavi compreso tra il 6% e l'8%.
fi
stats