Lenzing: Tencel oggetto di un rebranding

Lenzing, società austriaca attiva nel settore fibre man-made, ha annunciato i risultati preliminari del 2004, in ascesa, e creato un nuovo logo per il marchio del Lyocell denominato Tencel, acquisito nel maggio dello scorso anno.
Un'acquisizione oggetto tuttora di una serie di controversie legali, in mano alle decisioni dell'antitrust. Il nuovo logo ingloba da un lato il tipico simbolo di Lenzing, una foglia, e la parola Tencel, "perché - spiegano dall'azienda - era troppo oneroso sostenere due brand e due singole specialty".
I dati preliminari sul 2004 mostrano una crescita dei ricavi del 16,6%, a quota 871,1 milioni di euro, grazie a volumi più consistenti ma anche all'aumento del prezzo delle fibre, senza contare l'acquisto di Tencel.
L'utile pretasse si è portato avanti del 16,3% a 104,3 milioni e l'utile netto ha messo a segno un ++22,4% a 78 milioni.
Il 2005 dovrebbe essere un altro anno positivo, nonostante le difficoltà del mercato e il calo del prezzo del cotone. "L'Europa è in fase di rallentamento - dice il ceo del gruppo, Thomas Fahnemann -. Abbiamo comunque bisogno di espanderci e di trarre più vantaggi possibili dalla globalizzazione. Uno dei cardini delle strategie di Lenzing sono gli investimenti in Cina, soprattutto i 60 milioni di euro destinati a un impianto a Nanjing, che dovrebbe arrivare a una capacità di 60 mila tonnellate annue.
rp
stats