Levi’s: cresce il fatturato, ma aumentano le perdite

Nonostante un fatturato in progresso dell’8% a 977 milioni di dollari, a causa di alcuni oneri finanziari l’americana Levi Strauss & Co. ha riportato, nel secondo trimestre dell’anno, una perdita netta di 14 milioni, dal precedente rosso di 4,1 milioni. In crescita, invece, il risultato operativo (+23% a 69 milioni di dollari).
A livello geografico la società di San Francisco ha registrato un turnover in aumento in tutti i mercati: nelle Americhe (+8% a 558 milioni di dollari), in Europa (+9% a 240 milioni) e nell’area Asia-Pacifico (+8% a 178 milioni).
“Abbiamo avuto un altro buon trimestre, che ci ha portato un solido incremento di fatturato e di profitti operativi – ha dichiarato il presidente e ceo John Anderson -. Stiamo vedendo i benefici dei nostri investimenti nel business effettuati negli anni recenti. Il brand Levi’s sta performando bene e i consumatori stanno acquistando i nostri prodotti più innovativi”.
Nei sei mesi, conclusi lo scorso 30 maggio, il gruppo statunitense ha totalizzato ricavi pari a 2,01 miliardi di dollari (+8,6%) e utili netti di 42 milioni (-4,3%).
d.p.
stats