L’ex boss di Saks punta a Parisian

Saks, il gruppo statunitense del retail, ha annunciato di aver trovato un potenziale compratore per la catena Parisian nell’ex boss dei department store, George Jones, supportato finanziariamente dalla società di private equity Freeman Spogli.
Né Saks né Freeman Spogli hanno voluto commentare la notizia, ma secondo la stampa americana George Jones si sarebbe coalizzato con la società di private equity per lanciare un’offerta sui 39 negozi della catena Parisian, che è stata messa in vendita all’inizio di quest’anno.
George Jones conosce bene la realtà di Parisian, visto il suo passato nel gruppo di department store Saks, all’interno del quale aveva assunto responsabilità dirette per la catena nel febbraio del 2003.
Jones era approdato in Saks nel 2001 provenendo dalla Warner Bros e aveva rassegnato le dimissioni dalla carica di ceo nell’estate dello scorso anno.
Parisian è parte della divisione Northern Department Store di Saks, che recentemente è passata nelle mani del gruppo statunitense di department store Bon-Ton per un miliardo di dollari (830,2 milioni di euro). Nel luglio dello scorso anno il gruppo ha venduto anche i propri negozi Proffitts e McRae al retailer statunitense Belk per 622 milioni di dollari. Saks, con sede a Birmingham, nell’Alabama, sta procedendo alla vendita del non-core business per focalizzarsi su Saks Fifth Avenue e il business online.
fi
stats