Link.it: una ricerca sul fast fashion in vista dell’esordio del salone

Saranno presentati in occasione della prima edizione del salone Link.it, in programma a Bologna dal 19 al 22 giugno, i risultati di una ricerca finalizzata a fare il punto sul sistema italiano del fast fashion, ossia il modello di business che attinge sia al pronto moda sia al programmato. Lo studio, commissionato da BolognaFiere con la M.seventy di Massimiliano Bizzi, ha l’obiettivo di monitorare un modello aziendale in rapida ascesa e che costituisce un’opportunità per la moda in Italia.
“Le realtà che stiamo analizzando dimostrano di avere cromosomi molto diversi dalle aziende che tradizionalmente utilizzavano i due modelli di business prevalenti – osserva Enrico Cietta, responsabile dell’Area Studi Diomedea e coordinatore dell’indagine -. Gestiscono un’organizzazione produttiva e commerciale molto complessa e sono quindi più preparate dal punto di vista manageriale”.
“Il progetto di ricerca – aggiunge Marisa Corso, direttore commerciale di BolognaFiere – fa parte di un programma più ampio di valorizzazione del fast fashion italiano, in particolare del pronto moda di alta gamma”. Si tratta, infatti, di un segmento di marcato che sta crescendo rapidamente, anche dal punto di vista delle esigenze espositive. Di qui la nascita di Link.it, che grazie alla partnership con il salone Prêt à Porter Paris avrà anche un’edizione parigina (Link.fr), di cui tuttavia ancora non si conosce la data.
e.a.
stats