London Fashion Week: a settembre una nuova sede

Si conclude oggi la London Fashion Week e per la prima volta nella sua storia, iniziata 25 anni fa, la kermesse londinese dedica un’intera giornata alle proposte di moda maschile. Da segnalare anche il fatto che a settembre la rassegna si trasferirà in una nuova sede, Somerset House.
Grazie alla nuova iniziativa dedicata al menswear oggi vanno in scena una ventina di collezioni firmate da stilisti emergenti come James Long, Christopher Shannon, Jw Anderson, Carolyn Massey, Lou Dalton, Tim Soar, Bstore e Sibling.
Londra ha comunque continuato a svolgere il ruolo di vetrina e trampolino di lancio di nuovi talenti anche per quanto riguarda la moda donna. La giornata di martedì ha infatti visto come protagoniste le nuove leve: House Of Holland, per esempio, che ha presentato una collezione ispirata alle cartelle colori stile Pantone, e Peter Pilotto, che ha perfezionato il proprio linguaggio stilistico basato sull’uso di originali fantasie e su un’interpretazione precisa e attenta del tailoiring.
In passerella, inoltre, i debuttanti Mark Fast, la cui ricerca è focalizzata sul knitwear, e Mary Katrantzou, con abiti fantasia e originali accessori. Spazio ai giovani anche all’interno degli eventi Fashion East - dove hanno sfilato Natascha Stolle, Maria Francesca Pepe e Holly Fulton - e The Same Generation, dedicata a Gemma Slack, Komakino e Craig Lawrence.
Il British Fashion Council, ente organizzatore della rassegna, ha reso noto che l’edizione di settembre non si terrà più nei giardini del Natural History Museum a South Kensington ma a Somersert House, un magnifico edificio che si affaccia sulla riva settentrionale del Tamigi, nelle immediate vicinanze di Covent Garden e della centralissima Trafalgar Square.
p.o.
stats