Londra, Parigi e Mosca le destinazioni più appetibili per i top retailer

Secondo Jones Lang LaSalle, che ha analizzato la presenza di 150 top retailer internazionali in 55 mercati europei, le tre destinazioni più appetibili per aprire punti vendita sono Londra e, a seguire, Parigi e Mosca. Milano, invece, si posiziona al quinto posto (dopo Madrid) e Roma al decimo.
Se la capitale inglese è in testa alla classifica delle città più ambite per il retail cross border in Europa, gli Stati Uniti primeggiano invece come maggiori esportatori di formati distributivi. In generale, inoltre, sfidando l'instabilità del clima economico, le strategie espansionistiche delle varie insegne hanno puntato sul lungo periodo e sono ancora in corso.
"L'economia europea e il settore dell'industria retail in particolare stanno vivendo un momento difficile, resta comunque alto l'interesse verso i negozi migliori - commenta James Dolphin, head of panEmea Retail Agency di Jones Lang LaSalle-. Molte insegne di target elevato ricercano solo spazi flagship negli indirizzi al top. Ciò sta mantenendo, e in alcuni casi aumentando, la pressione al rialzo sui canoni nelle location super-prime, mentre nelle secondarie si stanno registrando i tassi di vacancy più alti".
Nel Cross Border Retailer Attractiveness Index di JLL, tra le dieci destinazioni più appealing, oltre a quelle già citate, ci sono Praga, al sesto posto, e Monaco, Istanbul e Barcellona al settimo parimerito.
e.c.
stats