Loriblu cresce nel 2011, accelera sulle aperture e lancia il vino

Prosegue il programma di espansione distributiva di Loriblu, che prevede di avviare prima della fine di quest'anno dieci monomarca, oltre agli otto già attivi. In particolare, entro il primo semestre saranno inaugurate le vetrine di Porto Rotondo, Capri, Bari e Montecatini Terme, ma non mancheranno opening internazionali.
Boutique dedicate al marchio di calzature e accessori, che fa capo a Graziano Cuccù e alla moglie Annarita Pilotti, saranno infatti aperte nel City Mall di Pechino, all'Okhotny Ryad Shopping Center di Mosca e a Parigi. "Si tratterà nell'80% dei casi di punti vendita a gestione diretta - spiega Annarita Pilotti -. Il restante 20% sarà frutto di partnership con i nostri clienti o con importanti realtà locali". Come anticipa l'imprenditrice, ulteriori avamposti saranno creati a Kabarovsk, sempre nell'ex Urss, per spingersi in seguito negli Emirati Arabi, in Libano e in Canada, senza tralasciare l'Italia.
Il fatturato 2011 ha sfiorato i 34 milioni di euro, in aumento del 26% rispetto al 2010. Sul fronte prodotto, l'anno da poco concluso ha visto il debutto in novembre della Limited Edition Loriblu Luxury Shoes, che comprende un sandalo unico del valore di 30mila euro, ideato in collaborazione con la casa orafa Pontevecchio Gioielli. Un periodo decisamente dinamico, dunque, per il quale vale la pena brindare: rigorosamente non con un vino qualunque ma con quello del brand, che si cimenta in questa nuova avventura insieme alla società vitivinicola marchigiana Ciu Ciu.
a.b.
stats