Louis Vuitton: continuano i progetti retail, ma non solo

Louis Vuitton ha appena inaugurato a Londra, in New Bond street, il suo secondo store più grande al mondo (nella foto) dopo quello sugli Champs-Elysèes e in luglio sbarcherà in Libano. Per potenziare la struttura organizzativa è stata creata la zona Louis Vuitton Sud Europa con sede a Milano, mentre quella per il Nord Europa resterà a Parigi.
1.500 metri quadri all’insegna del vero lusso per la neonata boutique inglese (vedi fashionmagazine.it del 6 maggio), che rappresenta un’ulteriore importante tappa nello sviluppo retail del brand.
Proprio per monitorare attentamente i vari mercati, Yves Carcelle, presidente e ceo della maison, ha annunciato la creazione delle due nuove società.
La Louis Vuitton Sud Europa - guidata da Valerie Chapoulaud-Floquet e con headquarters in Largo Augusto 8 nel capoluogo lombardo - ha la funzione di coordinare a livello di distribuzione, finanza, marketing, comunicazione e gestione delle risorse umane le attività di 15 Paesi. Oltre all’Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Turchia, Marocco, India, Emirati Arabi, Bahrain, Cipro, Israele, Kuwait, Qatar, Arabia Saudita e Svizzera, per un totale di 59 negozi.
Per quanto concerne le novità a livello distributivo nella Penisola, dove attualmente il marchio è presente con 19 store, è previsto per novembre l’ampliamento dello shop di Verona, mentre a dicembre sarà la volta della rilocalizzazione e dell’estensione della boutique di Napoli.
Nel marzo prossimo sono invece programmati l’ingrandimento e il completo rinnovo del flagship milanese di via Montenapoleone. Bisognerà infine attendere ottobre 2011 per l’opening della prima maison Louis Vuitton “Roma-Etoile”, in piazza San Lorenzo in Lucina, firmata dall’architetto Peter Marino.
e.c.
stats