Louis Vuitton riscopre l'arte di Yayoi Kusama

I pois di ogni dimensione che contraddistinguono le opere di Yayoi Kusama daranno vita a una capsule di abbigliamento e accessori realizzata da Louis Vuitton in onore di questa artista giapponese, oggi 82enne, protagonista di una retrospettiva alla Tate Modern di Londra, aperta fino al 5 giugno.
Louis Vuitton ha associato il proprio nome a questa mostra, che non si fermerà sulle rive del Tamigi ma proseguirà il proprio percorso a New York, presso il Whitney Museum. Il lancio della linea, dedicata a una creativa unica in fatto di personalità e poliedricità, avverrà proprio a Manhattan il 10 luglio, due giorni prima dell'inaugurazione dell'exhibition. Una prima tranche di abiti e accessori sarà in vendita nei monomarca Louis Vuitton immediatamente dopo il debutto ufficiale, mentre una seconda arriverà in vetrina a ottobre.
Il brand ammiraglio del gruppo Lvmh non è nuovo a "contaminazioni" di questo tipo: Stephen Sprouse e Takashi Murakami sono solo due dei nomi che, nel corso dell'ultimo decennio, hanno prestato il proprio ingegno alla casa di moda, con risultati anche eclatanti e duraturi, come nel caso di Murakami. "Si tratta di partnership che possono trasformarsi in successi commerciali - ha detto il presidente e ceo di Louis Vuitton, Yves Carcelle, a wwd.com - ma che non nascono mai da un intento di questo genere".
a.b.
stats