Lusso, crescita zero anche nel 2002

Crescita zero nel 2001 e nel 2002 per mercato del lusso: in contrazione abbigliamento, liquori e gioielli, crescono invece scarpe e pelletteria. Secondo una ricerca di Intercorporate il settore dei prodotti di alta gamma tornerà a crescere nel 2003. Lo studio è stato presentato ieri dal presidente di Intercorporate Armando Branchini, nel corso di un incontro di AreapelleClub, gruppo di imprenditori attivi nei settori scarpe e pelletteria della fascia top del mercato, presieduto dall'industriale delle calzature Luigino Rossi. Secondo Branchini, dopo una crescita media annua del 6% dal 1997 al 2000 (calcolata a prezzi costanti 1998), il settore del lusso oggi vale circa 58 miliardi di euro, e di questa torta il 27,8% è rappresentato dall'abbigliamento, il 25,3% da profumi e cosmetici, il 17,8% dalla pelletteria e dalle scarpe, il 14,6% da vini, liquori e champagne, l'8,2% da gioielli e orologi, il 5,4% dalla casa e l'1,1% dagli occhiali. Di queste frazioni, nel 2001 l'abbigliamento ha pagato maggiormente le difficoltà congiunturali, con un arretramento del 2% dei risultati, calo che si ripeterà anche nel 2002. In calo l'anno scorso anche vini, liquori e champagne, nonché gioielli e orologi che dovrebbero arretrare anche nel 2002. In netta controtendenza le scarpe e la pelletteria, che nel 2001 hanno registrato una crescita del 2,9% e replicheranno quest'anno con un +2,2 per cento. Nel complesso, secondo la ricerca Intercorporate il mercato del lusso dovrebbe tornare a crescere nel 2003 (+2%) per accelerare nel 2004 (+4%).
Un approfondimento dell'argomento sarà pubblicato nel prossimo numero di Fashion (1424) dedicato agli accessori e ai nuovi must del lusso.
l.t.
stats