Luxottica: calo a cifra doppia per gli utili ma il dividendo sale del 59%

Il Gruppo Luxottica ha concluso il 2009 con un ebitda in flessione del 14,3% a 869,1 milioni di euro e un risultato operativo in diminuzione del 22,2% a 583,2 milioni. L'utile d'esercizio è così passato da 379,7 a 314,8 milioni, accusando un calo del 17,1%.
Nonostante ciò l'azienda leader mondiale nell'occhialeria ha deciso di distribuire un dividendo di 0,35 euro per azione, in aumento del 59% rispetto alla cedola dello scorso anno.
Nel quarto trimestre ebitda ed ebit sono, invece, scesi rispettivamente del 20,3% e del 34,5%. I profitti del periodo sono diminuiti dell'8,4% a 35,6 milioni.
“I risultati conseguiti nel 2009 - ha commentato Andrea Guerra, a.d. di Luxottica - confermano la validità del nostro modello di business integrato, grazie al quale la società è stata in grado non solo di mantenere un fatturato a livelli record (sopra i 5 miliardi di euro, vedi fashionmagazine.it del 26 gennaio), ma anche di generare cassa per circa 700 milioni e di conseguire un utile netto di circa 315 milioni”. “I primi due mesi del nuovo anno sono stati decisamente positivi - ha aggiunto -. Gli Stati Uniti mostrano un solido recupero, i Paesi emergenti rivelano una crescita stabile, mentre l'Europa viaggia a due velocità, con l'area continentale e nordica più in accelerazione di quella mediterranea”.
Dal gruppo bellunese ora stimano una crescita del fatturato 2010 “mid single digit” (dopo il -2% del 2009) e un incremento più che proporzionale della redditività. Obiettivi che saranno conseguiti anche grazie al netto dinamismo del brand Oakley, che nel 2008 e 2009 ha mostrato tassi di crescita a due cifre. Luxottica punta poi a conquistare altre quote di mercato nei Paesi emergenti (soprattutto Asia e America Latina), che oggi rappresentano il 15% dei ricavi wholesale e il 7% di quelli retail, mentre negli Usa si aspetta di raccogliere i frutti di quanto seminato negli ultimi due anni a livello di organizzazione, tecnologia e servizi. Il management intende infine proseguire nel miglioramento dell'efficienza e della flessibilità: dopo l'avvio di Sap nel polo logistico di Sedico, in Sunglass Hut e nel nuovo centro servizi europeo, l'applicazione sarà estesa al centro logistico cinese e alle divisioni wholesale in Italia, Usa e Regno Unito.
e.f.
stats