Luxottica lancia un’offerta per l’australiana Opsm

Il gruppo Luxottica ha lanciato un'offerta pubblica di acquisto su tutte le azioni del gruppo Opsm, retailer dell’occhialeria leader in Australia e Nuova Zelanda. I termini dell’operazione prevedono il pagamento di 3,9 dollari australiani per azione, per un valore di Borsa di Opsm di circa 550 milioni di dollari.
“Questa acquisizione è coerente con la nostra strategia di espansione nella distribuzione al dettaglio in Australia e Nuova Zelanda e ci consentirà il raggiungimento della leadership nel settore degli occhiali da vista in tali mercati”, ha commentato il presidente di Luxottica Leonardo Del Vecchio.
Tenuto conto del cambio, pari a 1,78 dollari australiani per un euro, il valore di Opsm ammonta a circa 309 milioni di euro. Il prezzo dell’offerta prevede un premio per gli azionisti pari al 21,9% rispetto al prezzo di chiusura del titolo del 24 aprile scorso (3,2 dollari australiani). Compresi i debiti, il prezzo della società sale a 327 milioni di euro, pari a circa 8 volte l’ebitda atteso nel 2003 delle attività di Opsm in Australia e Nuova Zelanda.
A queste condizioni il cda della società oggetto dell’opa ha raccomandato ai propri azionisti di accettare l’offerta del gruppo italiano, salvo una migliore proposta. Tutti gli amministratori aderiranno alla stessa (relativamente alle loro partecipazioni) se non giungeranno offerte migliori.
Nelle stime del management di Luxottica, le sinergie con Opsm potranno essere realizzate non prima della fine del 2003. Quanto ai contraccolpi della Sars, al momento le previsioni sono di un impatto negativo sull’ebit 2003 compreso fra i 2 e i 2,3 milioni di euro (il 15% del fatturato di Opsm deriva dall’area di Hong Kong). La società presieduta da Helen Lynch ha previsto una serie di iniziative volte a contenere l’effetto del calo delle vendite in Asia, tra le quali la riduzione o il differimento di alcuni costi, la rinegoziazione degli affitti e il rinvio di alcuni investimenti. Sono 481 i negozi della catena in Australia, presente in Nuova Zelanda con 34 spazi e in Asia con 80 insegne a Hong Kong, 12 a Singapore e 12 in Malesia.
e.f.
stats