Lvmh archivia il 2005 con una crescita dell’11%

Crescita a due cifre per il colosso francese Louis Vuitton Moët Hennessy, che chiude il 2005 con un fatturato di 13,9 miliardi di euro, pari a un aumento (a tassi di cambio costanti) dell’11% rispetto al 2004. Con 4,3 miliardi di ricavi, il quarto trimestre dell’anno ha visto salire le vendite del 13%.
La performance migliore è stata ottenuta dal segmento orologi e gioielleria che, con vendita pari a 572 milioni di euro in 12 mesi, ha messo segno un +17%. Tuttavia, il comparto che fattura i volumi maggiori è sempre quello della moda e pelletteria, che ha registrato nel 2005 ricavi per 4,8 miliardi di euro (+12% rispetto all’anno precedente), grazie soprattutto al successo ottenuto nei mercati asiatico e statunitense.
A trainare i risultati di Lvmh ha contribuito, secondo quanto rileva in una nota l’azienda, l’apertura del mega store Vuitton negli Champs Elysées, a Parigi, lo scorso ottobre: uno spazio che da poco si è arricchito di una galleria d'arte al settimo piano. L’anno appena concluso ha visto inoltre confermata la crescita di alcuni brand minori ma dalle buone potenzialità, come Marc Jacobs e Pucci.
g.m.
stats