Lycra: previsti investimenti in marketing e comunicazione per 200 milioni di dollari

Partirà nella primavera 2003 la campagna pubblicitaria mondiale Lycra "Ce l’ha", all’interno di un piano di investimenti in marketing e comunicazione pari a 40 milioni di dollari per il prossimo anno. E' solo la prima fase di un programma triennale che sfiorerà i 200 milioni di dollari.
Obiettivo: riposizionare verso l’alto l’identità di marca e accrescere la percezione dell’immagine del brand Lycra, andando oltre la tradizionale associazione della fibra di DuPont Textiles & Interiors con i concetti di confort, vestibilità e libertà di movimento.
Dato che l’85% del target di riferimento sa cos’è Lycra, si mira a trasformare la forte notorietà in propensione all’acquisto come ha ribadito Bill Ghitis, presidente Global Apparel di DT&I, durante una conferenza stampa oggi a Milano.
Realizzata dall’agenzia internazionale McCann-Erickson Worldgroup, la campagna sarà declinata in spot televisivi, annunci stampa, affissioni, materiali per il punto vendita e progetti di co-advertising. Il linguaggio utilizzato è forte, supportato da musica e visual impattanti, e associa il marchio a un approccio alla vita sicuro e di successo, sintetizzato nel messaggio "o ce l’ha o non ce l’ha".
Il target di riferimento è stato identificato da Risc (Research institute of social change), al quale DT&I ha commissionato ricerche sui consumatori a livello mondiale, e corrisponde a tre macro-segmenti di target medio-alto: persone che condividono un atteggiamento aperto nei confronti della vita, con una personalità forte e positiva e che sono responsabili del 54% degli acquisti nel settore abbigliamento.
v.a.
stats