M&S: balzo nei profitti ma c’è ancora molto da fare

Si chiude con ricavi in aumento del 4% e un netto recupero degli utili pretasse il bilancio di Marks&Spencer, al suo secondo anno dall’avvio del piano di ristrutturazione. Il management riconosce tuttavia che "molto è ancora da fare" per mantenere la crescita nel lungo periodo.
L’utile ante-imposte del retailer britannico, in aumento di oltre il 35%, ha superato i 751 milioni di sterline nell’esercizio terminato lo scorso aprile, principalmente a causa di un recupero delle vendite nella seconda parte dell’anno. Il fatturato è invece salito a 7,8 miliardi di sterline.
Il boss Stuart Rose ha tuttavia preannunciato maggiori oneri, soprattutto a causa dell’aumento dei costi dell’energia, degli affitti e del denaro, mentre il mercato si fa sempre più competitivo. Gli obiettivi di Rose sono ora di attrarre più consumi, estendere la quota di mercato, migliorare le performance degli store attuali e ottimizzare gli acquisti.
fi
stats