Macy's batte le stime degli analisti nel quarter

Nel primo trimestre dell'anno Macy's, che oltre all'omonima insegna controlla la catena Bloomingdale's, ha registrato un utile netto di 181 milioni di dollari, o 43 centesimi per azione, in rialzo del 39% dai 130 milioni dello stesso periodo del 2011 (corrispondenti a 30 centesimi per azione). La media degli analisti consultati da Bloomberg aveva invece stimato i profitti a 40 centesimi.
Il retailer di Cincinnati, quotato a New York, ha raggiunto i 6,1 miliardi di dollari di giro d'affari nei tre mesi: il 4,3% in più rispetto a un anno prima, mentre a parità di negozi la crescita risulta del 4,4%. In netta accelerazione le vendite online, che nel periodo hanno messo a segno, complessivamente, un +33,7%.
Macy's, cui fanno capo in totale 840 department store in 45 Stati, ha rivisto di poco al rialzo la previsione di incremento dei ricavi annuali (a parità di superficie distributiva), portandola dal 3,5% al 3,7%.
e.f.
stats