Macy’s taglia 7mila posti di lavoro

Macy’s, la più grande catena Usa di grandi magazzini, taglierà 7mila posti di lavoro, corrispondenti al 4% del totale. La misura, annunciata ieri, rappresenta la risposta al brusco calo dei consumi da parte dell’azienda, che ha anche deciso di compattare la propria struttura, passando da quattro a una sola entità.
In questo modo, secondo quanto riporta il sito wwd.com, la catena conta di risparmiare 250 milioni di dollari nel 2009 e 400 milioni nel 2010.
Macy’s è l’ultima grande catena statunitense in ordine di tempo a essere stata costretta a tagli netti dei costi dopo Saks, Neiman Marcus, Target, Home Depot e Starbucks.
m.g.
stats