Mafiawear: la linea di Mamaindustry debutta nei negozi con la primavera/estate 2006

Raggiungere i 2 milioni di euro in quattro stagioni, aprire il primo monomarca a Miami tra due anni e lanciare anche il progetto shoe: sono questi gli obiettivi a breve-medio termine di Mafiawear, marchio di proprietà della veneta Mamaindustry presentato per la prima volta a Venezia lo scorso luglio (vedi fashionmagazine.it del 4 luglio 2005).
Il debutto nei negozi del nuovo brand avverrà con la primavera/estate 2006, mentre la presentazione delle collezioni uomo e donna per l’autunno/inverno 2006-2007 è previsto per il 13 febbraio a Milano. "Con questa seconda collezione pensiamo di arrivare a toccare il milione di euro di fatturato e di raddoppiare dopo un anno - ha detto oggi in occasione della conferenza stampa Alessandra Bacchini, che insieme allo stilista del marchio Paolo Rubin, è proprietaria non solo della Mamaindustry, azienda produttrice della linea, ma anche di Kompa, società padovana responsabile di tutta la parte comunicazione e marketing -. Tra i nostri prossimi obiettivi c’è anche l’apertura del primo monomarca a Miami nel giro di un paio d’anni".
Con l’arrivo nei negozi della collezione uomo e donna Mafiawear parte anche il progetto Mafiashoes, con una collezione spot che debutta con la primavera/estate 2006 ideata da Industria del Design di Alberto Biondi. "Per il momento vogliamo seguire direttamente la produzione delle calzature - ha proseguito Bacchini - perciò non abbiamo pensato ancora a una licenza, che potrebbe però arrivare più in là. Ciò che ci interessa è non perdere mai di vista il prodotto che deve essere rigorosamente made in Italy. Per il futuro c’è l’intenzione di allargare il range d’offerta agli accessori e in particolare occhiali, gioielli e profumi". Attualmente la linea viene distribuita solo in Italia, ma alcune richieste sono già arrivate dal Giappone e dal Canada.
v.s.
stats