Malo (It Holding): i commissari straordinari scelgono l’offerta di Evanthe

Secondo indiscrezioni di stampa, i commissari di It Holding, gruppo in amministrazione straordinaria cui fa capo il marchio Malo, avrebbero scelto per il brand specializzato in cashmere e fibre nobili, tra le quattro offerte pervenute, quella della realtà aretina Evanthe.
Non ci sono conferme ufficiali ai rumors. Fra i punti di forza della proposta avanzata da Evanthe, come riporta Il Sole 24 Ore, figurebbero la garanzia del mantenimento di tutti i circa 200 lavoratori della fashion house, il prezzo offerto (poco sopra gli otto milioni di euro) e il piano di rilancio. Ora si attende la ratifica della decisione dei commissari Stanislao Chimenti, Andrea Ciccoli e Roberto Spada, che spetta al Ministero dello Sviluppo economico. La società Evanthe, guidata da Giuseppe Polvani, si occupa della realizzazione di negozi per i gruppo del lusso.
Secondo Reuters, che cita a sua volta una fonte, per la sussidiaria attiva nel business delle licenze, Ittierre, sarebbero arrivate quattro manifestazioni di interesse, da parte di Investitori Associati, dal gruppo industriale Albisetti, dal fondo di investimento di diritto inglese gestito in Italia da Marco Lippi e da una cordata formata dall’imprenditore Maurizio Borletti (azionista di La Rinascente e Printemps) e dalle banche bondholder di It Holding. Mentre per l’altra unit del gruppo in amministrazione straordinaria, Gianfranco Ferré, si sarebbero fatti avanti il fondo Palladio e diversi gruppi stranieri asiatici, cinesi e coreani. Il termine per presentare le offerte vincolanti destinate a Ittierre è il 2 agosto, mentre per la maison di via Pontaccio il 6 luglio.
d.p.
stats