Manas e Oliviero Toscani insieme per sostenere le donne e la Fondazione Umberto Veronesi

Presentata oggi la campagna pubblicitaria di Manas, azienda marchigiana specializzata in calzature femminili. Realizzata da Oliviero Toscani, per la prima volta non parla di prodotto ma di tumore al seno e finanzia il progetto di ricerca della Fondazione Umberto Veronesi (Fuv): "Mortalità zero entro 10 anni". Da domani sarà visibile sulle maggiori testate giornalistiche.
Tutto è cominciato con una lettera spedita a Oliviero Toscani. Nadia Ricci, libera professionista e donna come tante, colpita da tumore al seno, ha pensato di rivolgersi a un professionista della comunicazione affinché potesse interpretare e concretizzare il suo pensiero e quello delle oltre 40mila italiane a cui ogni anno viene diagnosticato un carcinoma alla mammella, comunicando che la prevenzione è l’unico modo per poterlo sconfiggere. Il fotografo ha quindi contattato l’amico Cleto Sagripanti, a.d. illuminato di Manas e dato il via a un piano advertising e di finanziamento. Progetti spiegati oggi alla presenza di Giovanna Gatti, supervisore scientifico della Fondazione Umberto Veronesi, dell’attrice Monica Guerritore, di Nadia Ricci e Olivia Toscani che, guarite grazie a una diagnosi precoce, si sono prestate con coraggio come testimonial per raccontare attraverso immagini semplici e intense la loro storia.
“Eravamo decisi a fare una campagna diversa dal solito, da tutto quello che si vede in giro - ha puntualizzato Oliviero Toscani che, con il centro creativo da lui ideato La Sterpaia-Bottega d’Arte della Comunicazione, ne è l’artefice -. Le aziende che producono oggetti per esaltare la bellezza femminile non pensano a come preservare con gesti concreti la salute di quel bene. Ecco perché abbiamo scelto un tema vivo e reale, che riguarda tutte le donne”.
Dal 1956, anno in cui nacque a Montecorsaro in provincia di Macerata come piccolo laboratorio artigianale, Manas ha raggiunto nel 2007 un fatturato di 66 milioni di euro, una capacità produttiva di un milione e 500mila scarpe l’anno, showroom aperte in tutto il mondo e 18 negozi monomarca in cui distribuisce i suoi prodotti a marchio Manas Lea Foscati, Manas Design e Olimpica, oltre ai 3mila multimarca worldwide. L’azienda non è estranea a progetti speciali e fuori dal coro. In collaborazione con Oliviero Toscani, che da due anni ne cura l’immagine, e dell’architetto Pietro Carlo Pellegrini, ha sviluppato un nuovo concept per i corner e gli shop in shop realizzati in cartone riciclato. Inoltre, per favorire la crescita del management e delle maestranze, segue con attenzione le attività delle principali università italiane e promuove in sede incontri tra docenti e team di lavoro.
“Per una realtà che da 50 anni si occupa delle donne, finanziare questa campagna è stato un passaggio naturale, una bella esperienza che ci ha permesso di scoprire un mondo che non conoscevamo e che ci ha fatto crescere - ha dichiarato Sagripanti -. Sostenere la ricerca rappresenta un traguardo importante e la consapevolezza di aver dato il via a un’iniziativa dai risvolti sociali profondi”.
La nuova campagna pubblicitaria non si esaurisce sulle pagine dei giornali: a tutti i suoi negozianti Manas consegnerà nei prossimi giorni 1.800 kit contenenti info e fascicoli sulla Fuv da distribuire alle clienti e sta organizzando per le sue dipendenti e le donne delle famiglie di tutti i lavoratori, terzisti compresi, un esame gratuito al seno per diffondere la cultura della prevenzione. “Questa esperienza mi ha fatto capire che un’azienda non può vivere il rapporto con il suo cliente in maniera astratta, sottraendosi al confronto con la vita vera, quella di tutti i giorni - ha spiegato l’a.d. -. Se come imprenditore posso offrire il mio supporto, è giusto che io lo faccia”.
e.b.
stats