Marchon: ottica internazionale e fatturato in avanzata

Ha chiuso il 2005 in crescita, con un fatturato intorno ai 400 milioni di dollari. E anche la prima parte del 2006 ha fatto segnare performance molto positive: +20% nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Così Marchon Eyewear figura oggi ai primi posti tra i gruppi internazionali di occhialeria; l’unico, dopo l’uscita di scena della Metzler, a non detenere gli headquarter in Italia.
“Ma nel distretto bellunese abbiamo la filiale italiana con il centro stile, che crea le collezioni del gruppo, l’unità produttiva destinata a buona parte dei brand in portafoglio e la distribuzione per il nostro Paese”, spiega Giancarla Agnoli, amministratore delegato di Marchon Italia.
Attualmente la società con Casa madre negli Stati Uniti è presente sui mercati internazionali con una dozzina di etichette, tra marchi in licenza e house-brand: nel primo gruppo figurano griffe come Fendi, Calvin Klein, cK, Nike, Nautica, Michael Kors, Michael di Michael Kors, di cui proprio all’ultimo Mido è stata lanciata la collezione sole per il mercato italiano, e la new entry Sean John, uno degli stilisti più influenti nel mondo dei giovani amanti del rap; tra i secondi spicca, invece, Flexon, i cui occhiali sono realizzati in una speciale lega di titanio con memoria ad elevata funzionalità.
“Fino a poche stagioni fa Marchon veniva considerato un gruppo esclusivamente americano, nella proprietà ma anche nei prodotti. Con l’ingresso di Fendi, dal gennaio 2005, gli è stata finalmente riconosciuta la caratura internazionale che lo contraddistingue – sottolinea Agnoli –. Gli occhiali Fendi, totalmente prodotti in Italia, solo nel primo anno di licenza hanno fatto registrare un incremento del 50-60% nelle vendite”.
Altra punta di diamante, Calvin Klein, che per questa primavera-estate punta a nuove proporzioni armonizzate con sapienza, bellezza funzionale ottenuta abbinando elementi naturali e materiali innovativi. Il sole di cK, invece, è trendy e intrigante, aggressivo ma soft, nelle tonalità viola ghiaccio, grigio austero e grigio freddo oppure con le aste in acetato in tinta con le lenti, mentre la collezione vista punta su eleganza, sicurezza e sensualità.
a.m.
stats