Marcolin: fatturato +9%, utile netto +13%

Un comunicato di Marcolin definisce i risultati del fiscal year 2011, approvati oggi dal cda, "i migliori di tutta la nostra storia, a conferma della crescita già messa a segno nell'esercizio precedente". Il fatturato si è attestato a 224,1 milioni di euro (+9% sul 2010 e +10,4% a cambi costanti) e l'utile netto è salito da 18,6 a 21 milioni (+13%). Per il 2012 si punta a una maggiore presenza nei mercati di riferimento ed emergenti, ma anche a new entry nel portafoglio marchi.
Oltre all'utile netto, nell'anno da poco concluso anche gli altri principali indicatori di marginalità del gruppo leader nel settore eyewear non hanno deluso le aspettative del management, arricchito dalla presenza del neo-amministratore delegato Giovanni Zoppas, ex Gruppo Coin, in carica da fine gennaio (vedi anche l'intervista realizzata da Fashion e pubblicata sullo Speciale Occhiali in formato tabloid, n. 1825 del 9 marzo).
L'ebitda, infatti, è balzato da 29,9 a 34,2 milioni di euro, portando l'incidenza sul giro d'affari dal 14,6% al 15,3%. Analogo l'andamento dell'ebit, che sfiorava i 25 milioni di euro due anni fa e ora si attesta a 28,9 milioni, ossia rispettivamente il 12,1% e il 12,9% del fatturato.
Tutti i mercati evidenziano performance positive: +4,6% l'Europa, +3,7% gli Usa, +14,9% il resto del mondo e ben +46,6% l'Asia, in cui proseguono il potenziamento della struttura commerciale e l'ampliamento della rete distributiva, con un focus su nazioni come Corea e Cina. Considerato il fatto che in questo continente viene per ora realizzato il 9,7% delle vendite, contro il 53,5% dell'Europa, ci si rende conto delle enormi potenzialità che si delineano nel breve-medio termine.
"Ci aspettiamo un periodo ricco di sfide - commenta Giovanni Zoppas - ma ritengo che la società possa conseguire ottimi risultati". Come sottolinea il manager, se nel corso del 2011 e mesi successivi la scuderia dei brand di casa Marcolin si è ampliata (gli ultimi aggiornamenti in ordine di tempo riguardano l'intesa con Balenciaga e il rinnovo anticipato della licenza Dsquared2), nel prossimo futuro non ci si fermerà qui: a nomi come Diesel, Roberto Cavalli, Just Cavalli, Swarovski e Tom Ford (che ha esteso la partnership con la realtà di Longarone fino al dicembre 2022), solo per citarne alcuni, se ne dovrebbero aggiungere altri, naturalmente sempre di alto livello.
a.b.
stats