Marcolin riconfermato ai vertici di Anfao e Mido

Cirillo Marcolin manterrà la guida dell’Anfao (l’Associazione Nazionale dei Fabbricanti di Articoli Ottici) e la presidenza di Mido (la Mostra Internazionale di Ottica, Optometria e Oftalmologia) per i prossimi due anni. È stato nominato ieri durante l’assemblea annuale dei soci, che ha eletto anche i quattro vicepresidenti: Callisto Fedon (Fedon), Dan Levi (Visibilia), Cyrille de Montvalon (Essilor) ed Enrico Tormen (Look Occhiali).
Essendo stato confermato Cirillo Marcolin come presidente, anche per il prossimo biennio il past president rimarrà Vittorio Tabacchi (Safilo).
Rinnovato anche il consiglio direttivo Anfao, con la nomina dei dieci consiglieri per i prossimi due anni, che saranno: Michele Aracri (De Rigo), Paolo Baiocchi (Intercast), Elena Berton (Arlecchino), Rodolfo Costan (Ioves), Valter Da Rin (Trenti), Giannino Lorenzon (Safilo), Mario Mella (Luxottica), Paolo Seminara (Italian Style), Renato Sopracolle (Occhialeria Sopracolle) e Silvio Vecellio Reane (Allison).
Il consiglio di amministrazione di Mido sarà invece composto da Nicola Del Din (Pramaor), Stefano Larcher (GB Occhialeria), Cesare Massaccesi (Joint Project) e Cristiano Milone (Mirage).
Il neo presidente, rieletto a grande maggioranza (731 voti su 735), con il suo discorso ha voluto sottolineare i punti fondamentali per il rilancio del settore a livello internazionale, rimarcando l’importanza della continuità con il passato e rinnovando la determinazione, nell’ambito dell’attuale congiuntura economica, a seguire un programma di promozione dell’occhialeria italiana nel mondo, all’insegna di una decisa competizione. “Per reagire - ha spiegato Marcolin – oltre a promuovere e difendere il made in Italy, soprattutto per le grandi aziende diventa una necessità conquistare nuovi mercati in Cina, India, Est Europa, Russia, Brasile e Turchia”. In questo clima di sfida continua, il ruolo dell’Associazione Nazionale dei Fabbricanti di Articoli Ottici diventa fondamentale: “Anfao – ha dichiarato - dovrà incoraggiare sempre più ogni azione concreta rivolta all’aumento e al miglioramento della competitività e dell’internazionalizzazione per le nostre imprese e al sostegno dell’innovazione”. Da questo punto di vista, continua a svolgere un ruolo chiave l’accordo di settore con il ministero delle attività produttive, “grazie al quale sono state realizzate importanti iniziative per la promozione dell’eyewear made in Italy sulle passerelle mondiali, da Parigi a Mosca, da Shanghai a New York”. Mentre un nuovo accordo sta per essere firmato proprio in questi giorni, con l’obiettivo di continuare a promuovere il settore dell’occhialeria italiana in tutto il mondo.
Anche Mido riveste un ruolo fondamentale nel programma delle attività per il biennio 2005-2007: “Si conferma la più importante delle manifestazioni fieristiche del comparto, lo strumento fondamentale per promuovere le nostre aziende – ha affermato Marcolin -. Fondamentale sarà il trasferimento della kermesse, a partire dal 2007, nell’area della nuova fiera di Rho–Pero. Quindi dovremmo fin d’ora lavorare per promuovere al massimo le potenzialità che questo trasferimento comporta”.
Ultimi, ma non meno importanti, l’appello alla lotta alla contraffazione e il richiamo al protocollo d’intesa firmato nell’aprile scorso con l’agenzia delle dogane, il ministero delle attività produttive e Certottica: “Dovremmo tutti impegnarci per rendere operativo tale accordo e raccogliere finalmente i risultati sperati – ha detto Marcolin -. Confido nel fatto che verrà rinnovata all’associazione una partecipazione attiva, condizione necessaria al raggiungimento degli obiettivi, che non dovrà essere prerogativa della giunta e del consiglio, ma dovrà animare tutti”.
a.t.
stats