Marcolin riduce i margini

Con un -7,5% del fatturato, sceso a 130,9 milioni di euro, l'ebit a nove mesi di Marcolin risulta pari a 4,87 milioni, dimezzato rispetto allo stesso periodo del 2008. Il margine del gruppo dell'occhialeria, che ha nel portafoglio licenze brand come Roberto Cavalli, John Galliano e Dsquared2, scende così dal 6,9% al 3,7%.
Alla fine dei nove mesi l'utile netto del gruppo è passato da 4,8 milioni di euro a 4,3 milioni, mentre l'indebitamento è migliorato da 29 a 26,6 milioni. Come emerge da un comunicato, l'andamento delle vendite va valutato positivamente (seppure in calo), considerato il difficile contesto economico e anche il fatto che le consegne di alcune nuove linee sono iniziate significativamente solo da ottobre. La flessione della marginalità si spiega, oltre che con il calo del giro d'affari, anche con una maggiore incidenza dei minimi garantiti sui contratti in licenza e con gli investimenti realizzati a livello di struttura e attività commerciali.
Nel terzo trimestre i ricavi sono diminuiti a 30,9 milioni (-8,6%), mentre il risultato operativo è stato negativo per 3,6 milioni, da un precedente rosso di 2,5 milioni. “Il 2009 si chiuderà con un significativo utile e una limitata riduzione del fatturato, rispetto ai livelli dello scorso esercizio”, ha anticipato Massimo Saracchi, a.d. e direttore generale del gruppo commentando i risultati. A supporto di questa aspettativa c'è la crescita dei ricavi di ottobre, pari al 10%, che conferma il trend del mese precedente.
e.f.
stats