Mariella Burani: le vendite del primo trimestre salgono del 14%

Conti brillanti per Mariella Burani Fashion Group. Nel primo trimestre 2003, il gruppo di Cavriago ha infatti registrato una crescita sia del fatturato, salito del 14% a quota 89,5 milioni di euro, sia del reddito operativo (+16%) che ha raggiunto i 7,3 milioni di euro. Le vendite sono state realizzate per l'89,4% dai marchi propri e nel mercato europeo.
Secondo una nota diffusa dalla holding, all'incremento del turnover ha contribuito l’inserimento nel perimetro di consolidamento della Renè Lezard Mode GmbH, acquisita a fine 2002, che ha ottenuto performance superiori alle attese. Invece l'aumento del reddito operativo lordo (+15%), passato da 9,4 a 10,8 milioni di euro, è ascrivibile a diversi fattori come lo sviluppo delle sinergie tra le società del gruppo, l’incremento delle vendite dei prodotti a più elevati margini di profitto, la crescita dell'export e del giro d'affari tramite canali distributivi diretti. I ricavi generati tramite la rete distributiva diretta hanno infatti raggiunto il 60,4% del fatturato complessivo contro il 50,5 % dello stesso periodo del 2002. Il mercato più importante per il gruppo continua a essere l'Europa, mentre Asia e Stati Uniti giocano ancora un ruolo marginale.
Vista la limitata presenza del gruppo sui mercati asiatici, minacciati dal pericolo Sars, e su quello americano, dove si è avuta una maggiore contrazione dei consumi in seguito alla guerra in Iraq, le previsioni di Mariella Burani Fashion Group per il 2003 sono di un forte incremento del fatturato e di un aumento più che proporzionale dei margini operativi.
v.s.
stats