Mark Boal vince la quarta edizione del Gucci Group Award

Il giornalista Mark Boal si è aggiudicato il Gucci Group Award edizione 2009. Il premio è stato consegnato ieri al vincitore da Robert Polet, presidente e ceo del gruppo del lusso, durante la cerimonia che si è svolta a Palazzo Grassi, a Venezia. Presenti all’evento 300 guest del mondo della cultura e del jet-set internazionale.
Nel corso delle giornate della 66esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, on show nella città lagunare fino al 12 settembre, la maison della doppia G ha rinnovato l’appuntamento annuale che, dal 2006, celebra un artista estraneo al mondo del cinema per aver dato, negli ultimi 18 mesi, un notevole contributo a un film in qualità di regista, attore, sceneggiatore, scenografo o costumista. Dopo Nick Cave (2006), Julian Schnabel (2007) e Steve McQueen (2008), quest’anno è stata la volta del giornalista e screenwriter americano, insignito dell’award grazie alla sceneggiatura di “The Hurt Locker”. I membri della giuria 2009 includevano Zoe Cassavetes (regista, attrice e sceneggiatrice), Patricia Clarkson (attrice), Mario Testino (fotografo), Ingrid Sischy (giornalista internazionale e opinion leader) e Marco Müller (direttore della Mostra del Cinema).
“I nostri valori fondamentali, creatività, passione e innovazione, ci permettono di riconoscere gli artisti che hanno reinventato se stessi attraverso il cinema - ha spiegato Robert Polet -. Mark Boal, come tutti i vincitori delle passate edizioni, ha avuto il coraggio di oltrepassare la propria linea di confine per distinguersi in un nuovo campo e noi abbiamo l’onore di riconoscerne l’audacia e l’eccellenza nell’innovazione”.
d.p.
stats