Marks & Spencer: Stuart Rose eletto executive chairman

Nonostante l'opposizione del 22% degli azionisti (tra astenuti e contrari) l'attuale presidente di Marks & Spencer, Stuart Rose, è stato promosso dall'assemblea dei soci a executive chairman.
La nomina, che conferisce a Rose le responsabilità di chairman come pure alcuni compiti propri di un ceo, avviene a breve distanza dalla pubblicazione della trimestrale del retailer britannico, che ha rivelato un calo delle vendite del 5,3% in madrepatria, con conseguente flessione in Borsa di oltre il 30%.
Due gironi fa, invece, il titolo ha segnato un recupero sul mercato azionario londinese, alimentato dall'ipotesi (seguita da una serie di "no comment") di un possibile takeover. Tra i "predatori" si è parlato di Philip Green, proprietario della catena Bhs e dell'insegna Arcadia, ma anche dei supermercati Sainsbury's.
All'annuncio della trimestrale Rose ha dichiarato di attendersi una difficile situazione di mercato e ha affermato di volere adeguare di conseguenza la gestione del business puntando, in particolare, al contenimento dei costi e al controllo delle scorte. Le aspettative del management sono comunque di un incremento nei margini, ma l'entità resta di difficile previsione.
e.f.
stats