Marks & Spencer: le vendite calano ma non intaccano l'ottimismo del ceo Stuart Rose

Durante l'anno chiuso lo scorso 2 aprile, Marks & Spencer ha incassato il colpo di un -4,3% nei ricavi, pari a 7,9 miliardi di sterline, con vendite retail in discesa dell'1,7% nel Regno Unito, a quota 7 miliardi di sterline.
Su base like-for-like, le vendite del colosso britannico della distribuzione si sono ridotte del 5,1%. L'utile pre-tasse ha totalizzato 618,5 milioni di sterline (-19%). Il core-business della società, ossia l'abbigliamento, è stato penalizzato da un -3,1% nelle vendite (pari a 1,3 miliardi di sterline) con picchi negativi nel womenswear, tranne che nel caso della linea Per Una. Tuttavia, il ceo di M&S, Stuart Rose, si dichiara ottimista. "Puntiamo a una crescita a lungo termine dopo un anno difficile - dice - grazie anche alla riduzione dei brand in commercio". A livello internazionale, il gruppo peraltro non è andato male, con vendite in ascesa del 6,9%, per complessivi 675,6 milioni di sterline.
ed
stats