Marks & Spencer: trimestre a segno più

"Sembra che la fiducia del consumatore si stia ristabilendo, anche se la cautela è ancora d'obbligo": con queste parole il chairman di Marks & Spencer, Stuart Rose, ha commentato i dati delle 13 settimane chiuse il 27 giugno, in cui i ricavi del retailer inglese sono aumentati del 2,9% rispetto all'analogo periodo del 2008.
La società non ha rivelato le cifre di bilancio ma ha riportato alcuni dati positivi: il segno più è infatti stato registrato non solo dalle vendite complessive, ma anche sul fronte internazionale (con un balzo in avanti del 15,9%) e nell'ambito del business online (+28%). Meno eclatante la performance sul mercato interno del Regno Unito: +1,7%, ma -1,4% su base like for like.
Quanto alle singole divisioni, da segnalare che l'abbigliamento è progredito dell'1,4%, più della casa (+0,1%) e dei beni di consumo generici (+1,2%).
Fra le iniziative che, secondo Rose, hanno contribuito alla performance di M&S, la campagna per il 125esimo anniversario, che ha portato il marchio a classificarsi al numero uno nel proprio ambito di riferimento in una ricerca condotta sul territorio britannico.
a.b.
stats