Marzo deludente per Hennes & Mauritz: colpa del freddo?

La primavera tarda ad arrivare e le vendite di marzo di Hennes & Mauritz rallentano la corsa, come mai non avevano fatto da quattro anni a questa parte. Dopo il forte ribasso di ieri, -2,2% sulla scia delle deludenti performance delle vendite, il titolo della catena di abbigliamento svedese frena la discesa.
Il gruppo, che lo scorso anno ha debuttato sul mercato italiano con un’insegna a Milano, ha registrato un incremento del fatturato del 7% lo scorso mese, toccando il minimo a quattro anni: +27% era stato il progresso nell’analogo periodo dell’esercizio 2000/2001, cui era seguito il +16% del 2001/2002 e il +8% dello scorso anno. Il dato di marzo dimostra inoltre che la crescita si è pressoché dimezzata rispetto a febbraio (+13%) e gennaio (+14%). Il trend delle vendite non si discosta, tuttavia, da quanto realizzato per l’intero anno fiscale 2002/2003 (+9%).
Poco prima delle 15 di oggi le azioni H&M passano di mano alla Borsa di Stoccolma sul livello di chiusura della scorsa seduta, pari a 197,50 corone svedesi per azione.
e.f.
stats