Marzotto cede gli asset non strategici

I vertici di Marzotto hanno deciso di vendere il 20% del capitale di una società immobiliare-veicolo a Pirelli&C. Real Estate. In questa unit il gruppo del tessile conferirà le aree edificabili che intende dismettere per focalizzarsi sul core business, dal valore complessivo di 64 milioni di euro. La cessione consentirà al gruppo di Valdagno di iscrivere nel bilancio 2002 una plusvalenza netta consolidata di 28 milioni di euro. Marzotto ha inoltre raggiunto un accordo per la cessione degli impianti idroelettrici di proprietà al gruppo Eusebio, corrispondente a una plusvalenza netta di 15,7 milioni di euro. Complessivamente la cessione delle attività non strategiche dovrebbe corrispondere a una plusvalenza di 44 milioni di euro nel 2002. Le operazioni consentiranno alla Marzotto Spa di migliorare la situazione finanziaria rispetto al 2001. L’utile netto 2002 non dovrebbe discostarsi molto da quello del 2001, tenuto conto delle perdite del gruppo Valentino.
e.f.
stats