Marzotto e sindacati: accordo raggiunto sulla procedura di mobilità

Accordo concluso ieri a Roma fra Marzotto e i sindacati per quanto riguarda la procedura di mobilità avviata dall’azienda per 225 dipendenti dei poli produttivi di Schio, in provincia di Vicenza, e Praia a Mare, Cosenza, e degli uffici della divisione Marlane a Mongrando, Biella, gli ultimi due già chiusi nel mese di aprile del 2004.
L’accordo tra le parti, come si legge su Il Sole 24 Ore di oggi, è stato siglato anche sul fronte industriale e strategico e prevede uno sviluppo ulteriore della ricerca di prodotto, ma anche il miglioramento della competitività sul fronte dei costi: ingenti volumi di produzione sono stati destinati infatti allo stabilimento di Nova Mosilana (Repubblica Ceca), in quanto non più sostenibili in Italia dal punto di vista economico.
c.me.
stats