Marzotto: risultato netto annuale a 8 milioni di euro

Ricavi 2005 a 290 milioni di euro, in calo del 4,1% rispetto al bilancio pro-forma 2004, per il gruppo tessile Marzotto. Migliora l’utile netto consolidato, che raggiunge quota 8 milioni.
Entrando più in dettaglio, i tessuti hanno totalizzato un giro d’affari pari a 204 milioni di euro (-4,4%). I filati lanieri sono scesi a 64 milioni (-8%), mentre i linieri sono diminuiti a 27 milioni (-15,6%). Sostanzialmente dimezzato il valore dell’export in Nord America, in leggero aumento quello destinato all’Asia, mentre le vendite in Italia e Germania ha segnato rispettivamente un –2,3 e un –7,1%. Nel resto d’Europa il calo è stato dell’1%.
L’utile operativo del gruppo ha raggiunto i 9 milioni di euro, in progresso del 14,5% rispetto al 2004, se si guardano i dati resi omogenei per il confronto (nel luglio 2005 è avvenuta la scissione parziale del business dell’abbigliamento da quello tessile, che ha portato alla costituzione di Valentino Fashion Group). Il risultato netto, che beneficia della rivalutazione di alcuni cespiti, ha raggiunto quota 8 milioni di euro (-9,7 milioni nel pro-forma 2004).
Per l’esercizio in corso il management ha previsto una situazione di stabilità del fatturato (+2,3% i primi due mesi del 2006), mentre il risultato operativo è stimato in miglioramento “per l’effetto di ulteriori programmi di recupero dell’efficienza in atto”.
e.f.
stats