Mbfg: si fanno altre ipotesi di salvataggio con Greenvision Ambiente e Bioera

Secondo fonti d'agenzia, per il salvataggio del Mariella Burani Fashion Group, il cui debito si avvicina a 500 milioni di euro, la famiglia fondatrice starebbe pensando di mettere sul piatto, tramite Greenholding, le controllate Greenvision Ambiente e Bioera.
Le indiscrezioni circolate in ambienti finanziari nel fine settimana hanno infatti ipotizzato che, per il finanziamento dei 50 milioni di euro necessari alla famiglia per partecipare alla ricapitalizzazione del Mbfg, sia stato proposto in pegno il 50% di Greenholding cui fa capo il 50,18% di Greenvision Ambiente (attiva nella costruzione e gestione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e nella realizzazione di prodotti eco-compatibili per applicazioni industriali) e il 56,85% di Bioera (prodotti naturali per utilizzo cosmetico e alimentare). In aggiunta, nel pegno, si parla anche di Finitaldreni, società immobiliare della famiglia reggiana.
Tuttavia Greenvision Ambiente, che in Borsa capitalizza circa 34 milioni di euro, ha a sua volta debiti per 98,9 milioni (vedi fashionmagazine.it dello scorso 12 gennaio). L'altra quotata, Bioera, che a Piazza Affari vale circa 14 milioni, è indebitata per 41,6 milioni.
Per questo nuovo piano si parla anche del ricoinvolgimento dell'ex advisor Mediobanca.
e.f.
stats