Meno utili per Prato e Biella

Anche in un anno favorevole come il 2000, i principali distretti tessili italiani hanno registrato una contrazione della redditività. Prato nel complesso ha realizzato utili pre-tasse più elevati che nel 1999 sia in rapporto al fatturato (dal 2,4% al 2,6%, compreso il meccanotessile) sia in cifra assoluta, tuttavia, il risultato medio è il frutto di un miglioramento solo nei comparti che nel 1999 avevano ottenuto risultati particolarmente insoddisfacenti, come le filature cardate e i produttori di tessuti, mentre nel vestiario (confezioni e maglieria), nonché nei tessili speciali e per arredo, si è avuta una riduzione sia in percentuale del fatturato sia in cifra assoluta (rispettivamente ­13,9%, -20,2%, -27,6%). E le condizioni del distretto toscano non sembrano essere migliorate nel corso del 2001, se addirittura sono calate la produzione e l'export ha registrato un avanzamento minimale. Biella, pur avendo ottenuto un trend di crescita superiore a quello di Prato, nel 2000 ha registrato un sensibile peggioramento del rapporto tra utili e fatturato, rapporto passato dal 4,3% del '99 al 3% dello scorso anno.
stats