Merryll Lynch entra nel capitale di Coin

La banca d’affari Merryll Lynch, attraverso la società di gestione Merryll Lynch Investment Managers Limited, è entrata nel capitale del gruppo Coin con una quota del 2,138%. Intanto in Borsa quotazioni ancora al rialzo per il titolo, che lunedì scorso – il giorno di inizio dell’aumento di capitale per un massimo di 79,9 milioni di euro - ha messo a segno un +14,6% raggiungendo quota 2,679 euro per azione.
Poco prima delle 15 di oggi le azioni del gruppo di Mestre passano di mano a 2,685 euro in rialzo del 5,2%, dopo il –4,74% della chiusura di ieri, flessione che seguiva all’exploit di inizio settimana (+14,6%), in concomitanza con la data di inizio (il 15 settembre) dell’aumento di capitale, che prevede l’emissione di 66,599 milioni di titoli al prezzo di 1,2 euro per azione. La performance del titolo a sei mesi risulta quindi del 33,4%, quella a un anno invece è –44,1%.
Il mercato e gli investitori istituzionali sembrano quindi dare credito al piano di ristrutturazione approvato del cda di Coin all’inizio dello sorso mese, volto al ridimensionamento della presenza sul mercato tedesco e al miglioramento della redditività per le insegne Coin e Oviesse in Italia (vedi fashionmagazine.it del primo settembre). Secondo alcune fonti, le attese degli operatori sono anche concentrate sull’ingresso di un nuovo socio stabile, che rilevi una quota di minoranza della famiglia Coin.
Tornando all’aumento di capitale, Finanziaria Coin Srl – socio di maggioranza della catena della grande distribuzione di abbigliamento - ha deliberato ad agosto di sottoscrivere i diritti di opzione di sua competenza, di acquistare quelli di competenza delle società Scirocco, Libeccio, Maestrale e Grecale (facenti capo alla famiglia Coin) e di sottoscrivere le azioni sottostanti, nonché le azioni eventualmente inoptate, alla fine dell’asta dei diritti, per un massimo di circa 12 milioni di titoli. Non esiste invece alcun consorzio di garanzia per le ulteriori azioni rimaste inoptate.
e.f.
stats